venerdì 13 aprile 2018

Books Recap | Quattro mesi di libri

Siamo già ad aprile 2018. Questo inizio anno mi è scivolato tra le mani senza neanche me ne accorgessi. Dal mio ultimo post sono passati quattro mesi e tante avventure e disavventure. Tra lavoretti da dimenticare, la paura del futuro e la scelta finalmente di inseguire il mio vero sogno ho lasciato da parte il blog, decisa a lasciarlo andare. Ma questa decisione l'ho preso molte volte in questi anni e alla fine sono sempre tornata qui, tra queste quattro mura di carta e pellicola, a condividere con voi, se c'è ancora qualcuno, i miei brevi e sporadici sproloqui. Oggi quindi vi propongo un summit dei libri letti in questi quattro mesi, esattamente da dicembre a marzo e in altri due post ci saranno rispettivamente film e serie tv. Ho infatti deciso di eliminare la rubrica dei Monthly Recap e di fare un post a categoria una volta ogni tot mesi. Pensavo poi di pubblicare il meglio del 2017, con estremo ritardo ovviamente! Intanto ci tengo a ringraziare tutti voi che ancora mi leggete.

Letture di Dicembre
🎄La sovrana lettrice di Alan Bennet è stata una lettura veloce e non impegnativa ma devo dire che mi aspettavo molto di più da essa. Sarà che l'ho letta in un periodo in cui la voglia di leggere non era al massimo, ma pensavo che una lettura fresca e leggera come questa mi avrebbe aiutato. Invece non ha smosso davvero niente in me e non mi ha fatto nemmeno ridere. Bennet mi era piaciuto con Nudi e crudi, quindi non lo abbandonerò.
🎄Frankenstein di Mary Shelley è un classico del 19esimo secolo che ho apprezzato tanto e sono contenta di aver recuperato. La storia non è stata affatto come me l'aspettavo, ma mi ha sorpreso in positivo per l'analisi sopratutto psicologica che si fa dei personaggi.

Letture di Gennaio
Jane Eyre di Charlotte Brontë è un grande classico che sono contenta di aver finalmente letto. Purtroppo l'ho trovato parecchio lento all'inizio e piuttosto inverosimili tutte le dinamiche della terza parte della narrazione. Si tratta comunque di un signor libro, scritto da una delle più grandi scrittrici dell'Ottocento che mantiene le atmosfere e tutta la delicatezza sognante di quei tempi, con dialoghi affascinanti e dimore antiche.
Letture di Febbraio
Chiamami col tuo nome di Andrè Aciman è il romanzo perfetto per il mese di Febbraio, anche se sarebbe banale etichettarlo come una storia d'amore, è più una storia di crescita, di ormoni, di una calda estate italiana, lenta e spensierata, in cui un giovane ragazzo perde la testa per un affascinante americano e le loro giornate insieme si trasformano in un'oasi di ossessione prima e passione poi che ricorderanno per sempre. Romanzo letto in vista del film nominato agli Oscar ma non ancora visto, che mi ha fatto tornare piacevolmente a quelle estati semplici e assolate fatte di lettura e palpitazioni.
Rock springs di Richard Ford è stata una lettura sofferta perché l'avevo iniziata a settembre dello scorso anno ma non mi aveva preso per niente. Ho deciso di finirla in questo mese perché mi mancava davvero poco e mi sentivo un po "in obbligo" nei suoi confronti ma è finita come era iniziata, ovvero senza interesse. Si tratta di una raccolta di racconti di un grande autore americano, quindi anche per questo mi sentivo in dovere di finirla ma non mi ha lasciato nulla e nessun racconto mi ha interessato.

Letture di Marzo
🌼Delitto e castigo di Fëdor Dostoevskij è un romanzo che tutti conoscerete, il mio secondo approccio con questo grande autore che mi ha sorpreso e fatto compagnia per diversi giorni. Ho trovato strano leggere un libro di un autore russo ambientato in piena estate ma ha mantenuto le atmosfere caratteristiche di questa nazione ed ho trovato interessantissimo immergermi nei modi di vivere dell'epoca e scoprire alcune caratteristiche e modi di vivere che sono così lontani da noi. Il romanzo è molto introspettivo e racconta di un giovane che per povertà e follia si ritroverà a commettere un omicidio che lo tormenterà per i mesi a seguire.
🌼 L'arte di collezionare mosche di Fredrik Sjöberg è un'interessante lettura, a metà tra un romanzo e un'autobiografia, che racconta della passione dell'autore per il collezionismo di mosche facendo una panoramica su vari collezionisti della storia e sulle varie tecniche per portare avanti questa passione, in modo coinvolgente e per nulla banale.
🌼L'isola del tesoro di Robert Louis Stevenson l'ho letto appena finita la serie tv Black Sails che vuole andare ad indagare il passato dei personaggi del libro incontrando anche le leggende dei pirati. Il romanzo è un'avventura di un gruppo di marinai e di un giovane taverniere che vanno alla ricerca del famoso tesoro del Capitano Flint sull'isola dello scheletro. Avventuroso ed estremamente interessante ritrovare i personaggi della serie a esso ispirata, ho trovato un po' ostico giusto il linguaggio marinaresco soprattutto nelle battaglie sulla nave.
🌼Dieci dicembre di George Saunders è una raccolta di dieci racconti dove i personaggi sono sempre chiamati a fare una scelta, per continuare la loro vita in una placida tranquillità e sofferenza o aiutare qualcuno che ne ha bisogno. Sono ambientati sia nel mondo che conosciamo che in scenari surreali che ci vengono presentati con una limpidezza estrema, spesso immersi in famiglie dai comportamenti assurdi. Questa raccolta mi è piaciuta da morire, il modo che ha Saunders di trasportare il lettore in mondi lontanissimi da noi con personaggi assurdi ma perfettamente comprensibili è semplicemente sublime.
🌼Dovremmo essere tutti femministi di Chimamanda Ngozi Adichie è un breve libriccino in cui viene riportato un discorso che ha tenuto l'autrice sul tema del femminismo riportando vari esempi della sua vita per far capire a tutti che il problema è ancora molto lontano dall'essere risolto e bisogna tutti impegnarsi per una parità nella vita di tutti i giorni e non solo teorica.

Letture in corso
➡️Danza Macabra di Gabriella Bertolino, un romanzo ambientato in un mondo fantasy vittoriano dove i personaggi, chiamati warlocks, controllano uno degli elementi. Per il momento lo sto adorando, è cupo e si distacca molto dai solito urban fantasy, anche semplicemente perché la protagonista è una tipa tosta che non ha paura di un po di sangue. Ho comprato questo romanzo al Romics dove l'autrice stessa mi ha fatto un test per capire a quale elemento appartenessi e mi ha fatto una dedica sul libro.
➡️Harry Potter e il calice di fuoco che mi sta prendendo tantissimo ma che ho interrotto per leggere il libro di cui sopra perché ero troppo curiosa di iniziarlo.
➡️Breve storia della vita privata di Bill Bryson è un testo di non fiction che si pone come obiettivo quello di raccontare le storie di oggetti presenti nelle case e delle case stesse in modo molto interessante e discorsivo.
➡️Storie della buonanotte per bambine ribelli lo sto leggendo da un po di tempo perché ogni tanto leggo qualche storia e poi lo ripongo.
➡️Piccole donne di Louisa May Alcott l'ho iniziato un'infinità di tempo fa e ne ho letto anche parecchio, solo che non mi sta prendendo per nulla, anche se mi sta piacendo, cosa strana infatti, però sono settimane ormai che non lo apro neanche. Riuscirò prima o poi a finirlo?

4 commenti:

  1. Ciao! Ti faccio i complimenti per essere riuscita a leggere così tanti classici, io non mi cimento da un po'. Il romanzo "Chiamami col tuo nome" ispira anche me :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I classici sono sempre un rifugio sicuro per me! Grazie di essere passata :*

      Elimina
  2. In verità cominciavo a preoccuparmi...in ogni caso tornerò per i prossimi post che mi interessano di più ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietro è sempre un piacere trovarti qui!

      Elimina